Presepe 2011

 


Natale, festa di luce

Le grandi feste sono sempre accompagnate dalla luce. “Il popolo di Dio che camminava nelle tenebre vide una grande luce”; anche i Pastori videro la luce nelle gloria che li avvolse e i Magi, guidati dalla Stella, trovarono la strada verso la mangiatoia, verso il Presepe, dove trovarono Gesù, “luce che illumina ogni uomo”.

Eccoti il nostro presepe. Gesù Bambino! Vieni a illuminarci con la tua Luce e rendici a nostra volta luce per il mondo.

Il progetto di questo presepe è stato particolarmente laborioso da realizzare, tanto da richiedere più di tre mesi di lavoro, ma alla fine il risultato conforta delle fatiche.

IL PRESEPE,
NON SOLO TRADIZIONE,
MA SEGNO DI RINGRAZIAMENTO E DEVOZIONE

La Vigna e l’Uliveto!

Sono due elementi dal profondo significato Biblico che quest’anno sono stati ambientati nel nostro presepe.

La Vigna

La vite è l’emblema d’Israele come comunità “piantata e coltivata” dal Signore, chiamata a produrre frutti di giustizia e di pace.
Gesù parlando ai discepoli dice: “Io sono la vite e voi i tralci…”, per dirci che noi senza Lui non riusciremo a realizzare nulla: in similitudine ai tralci che senza linfa e il sostegno della vite sono sterili e destinati ad avvizzire.
La vigna anche come simbolo della Chiesa di Dio! Papa Benedetto XVI, subito dopo la sua elezione al Soglio Pontificio, ebbe a dire: “sono un semplice ed umile lavoratore nella vigna del Signore…”.

L’Ulivo

Anche l’ulivo nella Bibbia è segno di Israele, del Signore stesso, della prosperità e della gioia, della giustizia e della sapienza. La Passione di Gesù nell’orto degli Ulivi, l’Ulivo che sopravvisse al diluvio, l’ulivo come simbolo di pace e di gioia come quando Gesù venne accolto festosamente in Gerusalemme.

BUON NATALE A TUTTI !!!!